Chi Siamo

Chi Siamo

114 Emergenza Infanzia

Servizio del Dipartimento per le Pari Opportunità-Presidenza del Consiglio dei Ministri

Il 114 Emergenza Infanzia è un servizio di emergenza rivolto a tutti coloro vogliano segnalare una situazione di pericolo e di emergenza in cui sono coinvolti bambini e adolescenti.

Il 114 è promosso dal Dipartimento per le Pari Opportunità – Presidenza del Consiglio dei Ministri ed è gestito da SOS Il Telefono Azzurro Onlus, dal 2003, anno della sua istituzione.

Forte dell’esperienza maturata negli anni al fianco dei minori, Telefono Azzurro mette a disposizione del 114 Emergenza Infanzia personale altamente qualificato, in grado di fornire consulenza psicologica, psicopedagogica, legale e sociologica, e di intervenire in situazioni di disagio che possono nuocere allo sviluppo psico-fisico dei minori.

Il Servizio offre un collegamento in rete con le Istituzioni e le strutture territoriali competenti in ambito sociale, giudiziario e di pubblica sicurezza, seguendo un modello multiagency.

L’obiettivo è costruire una vera e propria rete di protezione intorno alla vittima.

A seguito di ogni segnalazione, gli operatori attivi sulla linea individuano le istituzioni  idonee per accelerare le procedure di intervento da mettere in atto al fine di garantire i diritti, la tutela e la cura di bambini e adolescenti.

Convenzione 1 Ottobre 2015

A seguito di procedura di selezione indetta con l’Avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.160 del 13 Luglio 2015, la gestione del Servizio telefonico 114 è stata nuovamente affidata, per la durata di 18 mesi decorrenti dal 2 ottobre 2015, all’Associazione “S.O.S. – Il Telefono Azzurro ONLUS”, con la quale la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità ha stipulato la Convenzione di affidamento in data 1 Ottobre 2015.

Servizio emergenziale attivo 24 ore su 24

Il numero 114 è destinato a un servizio telefonico accessibile a chi vuole segnalare situazioni emergenziali di disagio riguardanti l’infanzia e l’adolescenza, ai sensi degli articoli 1 e 2 del Decreto Interministeriale del 6 agosto 2003.

Il 114 Emergenza Infanzia è attivo in tutta Italia, 365 giorni all’anno, 24 ore su 24.

Il numero è gratuito sia da telefonia fissa sia da mobile.

La Helpline si rivolge a:

  • bambini e adolescenti (italiani e stranieri) in situazioni di pericolo immediato per la loro incolumità;
  • adulti che vogliono segnalare un caso di presunta emergenza;
  • servizi ed istituzioni coinvolte nella tutela di bambini e adolescenti.

Intervento integrato secondo il modello multiagency

Inviando una segnalazione al 114 è possibile:

  • attivare immediatamente le istituzioni territoriali preposte alla salvaguardia dei bambini e degli adolescenti in situazione di grave disagio/emergenza;
  • fornire assistenza psicologica e consulenza psico-pedagogica per situazioni di disagio/emergenza che possono nuocere allo sviluppo psico-fisico di bambini e adolescenti;
  • identificare il migliore strumento locale di intervento, attraverso una mappatura dei servizi e delle istituzioni presenti sul territorio.
Le agenzie coinvolte sono:
  • Le Forze dell’Ordine e di pubblica sicurezza (Squadra mobile e ufficio Minori presso la Questura, Polizia ferroviaria, Polizia stradale, Polizia postale, Carabinieri, Guardia di finanza, Vigili del fuoco, Polizia municipale)
  • Procure della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni e il Tribunale ordinario
  • Tribunale per i Minorenni e Tribunale Ordinario
  • Strutture sanitarie di emergenza (118, guardia medica, Pronto Soccorso pediatrico)
  • Servizi socio-sanitari (servizi sociali delle Asl e dei Comuni, consultori familiari e materno infantili, servizi di neuropsichiatria infantile)
  • Uffici territoriali del Governo
  • Tutore pubblico dei minori
  • Centro di giustizia minorile (centri di prima accoglienza e istituti penali minorili, servizi sociali minorili)
  • Comunità di accoglienza per minori (centri di pronta accoglienza, semiresidenziali o residenziali)
  • Scuole e Provveditorati agli studi
  • Associazioni del privato sociale di tutela dell’infanzia e dell’adolescenza
  • Enti Locali (Regione, Provincia, Comune)
  • Mass media

In quali casi contattare il 114 Emergenza Infanzia?

Gli operatori appositamente formati forniscono un supporto psicologico immediato all’utente, valutando l’emergenza e, contemporaneamente, individuando le agenzie del territorio competenti in ambito sociale, sanitario e di sicurezza, con cui si concorda un intervento, nel rispetto dei bisogni e diritti dei minori.

In generale, si configura come emergenza qualsiasi situazione che possa mettere a repentaglio la salute psico-fisica del minore e che richieda un intervento specialistico immediato, preso atto del fatto che in quel momento la famiglia o la comunità della quale fa parte non è in grado di proteggerlo.

Le principali situazioni di emergenza che possono coinvolgere bambini e adolescenti:

  • Abuso e maltrattamento (in approfondimenti mettere tutto il resto)
  • Pedofilia e pedopornografia
  • Atti autolesivi, suicidio e tentativo di suicidio
  • Comportamenti a rischio (aggressività e uso abuso di sostanze)
  • Comportamenti devianti (comportamenti eterolesivi e pregiudizievoli) chiedere meglio
  • Situazioni traumatiche causate da eventi straordinari rispetto al normale ciclo di vita, quali incidenti, terremoti, alluvioni
  • Scomparsa di minore e fuga da casa
  • Nuove emergenze sociali (legate ad internet, ai cellulari, ai videogiochi)

Il Servizio 114 Emergenza Infanzia promuove un intervento multidisciplinare e interistituzionale attraverso la costruzione di percorsi operativi condivisi. Sostiene la stipula di accordi a livello regionale con gli Enti locali e con le agenzie del territorio e la firma di protocolli di intesa a livello centrale con i ministeri e le altre istituzioni.